..

Mirabello (Fe)

348.8715859

info@securconfort.it

 
 
   
   
   
predisposto
per Explorer
.
definizione
800x600

 

 
 
...antifurto / antintrusione: definizioni tecniche
 
 
 Sistemi d'allarme antintrusione elettronici.
Si definisce sistema d'allarme un insieme di apparecchiature atte a rilevare l'intrusione in locali protetti, comunicarlo alla centrale locale affinché questa possa attuare un rimedio locale e/o trasmettere a distanza l'allarme.   Ogni sistema d'allarme è attivato dal momento in cui viene installato; parte o tutto il sistema può essere inserito o disinserito attraverso apparecchi di comando, ma la protezione antimanomissione di tutti i componenti del sistema resta sempre attiva, così come il controllo delle funzioni e delle pile degli apparecchi (supervisione).
Un buon sistema d'allarme si realizza prevedendo tutti gli eventi pericolosi ed installando rivelatori adeguati in modo che ogni evento sia segnalato al più presto.  La centrale deve controllare tutti i rivelatori e disporre di attuatori adatti ad una reazione efficace secondo l'evento: sirene e luci per dissuadere, combinatori telefonici per chiamare soccorso e quanto altro utile allo scopo.
Ogni sistema è un vestito su misura per i locali che protegge: occorre valutare attentamente il tipo di rischio e le necessità dell'utente per predisporre un sistema adeguato.
La protezione esterna (particolare funzione offerta dalle centrali proposte da) rileva movimenti all'esterno ed è utilissima come pre-allarme antiaggressione, quando vi sono persone all'interno dei locali, ma essa non deve mai attivare direttamente le sirene, poiché le possibilità d'allarmi impropri all'esterno sono elevate, sarà quindi attivato un segnale "bassa intensità sonora" sia all'interno dell'abitazione che all'esterno tramite la sirena con lo scopo di dissuadere eventuali malintenzionati mentre stanno perlustrando il perimetro esterno, informandoli dell'avvenuta rilevazione presenza intrusi ed eliminando così il fattore sorpresa loro indispensabile. 
La protezione perimetrale segnala l'effrazione dei punti d'accesso ai locali, mentre la protezione volumetrica segnala l'intruso nei locali stessi, insieme costituiscono una doppia barriera che può attivare direttamente tutti i mezzi d'allarme, cioè sirene, trasmettitori telefonici automatici per chiamate di soccorso.
I mezzi d'allarme devono essere efficaci localmente per ottenere la dissuasione dell'intruso e contemporaneamente avvertire all'esterno; questi sono gli obbiettivi fondamentali di un sistema d'allarme.  Occorre quindi distribuire con equilibrio i rivelatori ed i mezzi d'allarme del sistema, in ragione di almeno 1 sirena ogni 4 o 5 rivelatori installati, poiché tutto l'investimento in dispositivi di rivelazione e controllo non allontana l'eventuale intruso, quindi è inefficace se non in grado di creare una situazione di vero panico per l'intruso, che si ottiene prevalentemente con le sirene interne ai locali.
 
Allarmi tecnici - segnalazioni di pericolo.
I sistemi di allarme antintrusione proposti da dispongono di zone sempre attive 24 ore su 24 per allarmi tecnici: possono quindi essere integrati con rivelatori di pericolo (assenza rete elettrica, fumo, allagamento, temperatura, gas e così via) capaci di segnalare tempestivamente eventi pericolosi. Alcuni di questi rivelatori sono prodotti da Silentron s.p.a., ma anche altri rivelatori di altra provenienza, possono essere solitamente integrati senza la posa di cavi, attraverso appositi trasmettitori che si collegheranno poi via radio con la centrale del sistema, con possibilità d'invio messaggi vocali ed sms da combinatore telefonico in caso di rilevazione pericolo.
 
 
 
 
 
 

eXTReMe Tracker